Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Triennale in Scienze Faunistiche

Stima della presenza della Lince Euroasiatica (Lynx lynx) nei Carpazi Moravo-Slesiani attravarso il fototrappolaggio

Titolo della tesi


Stima della presenza della Lince Euroasiatica (Lynx lynx) nei Carpazi Moravo-Slesiani attravarso il fototrappolaggio

 

Candidato


Sottili Caterina

 

Relatore


Conti Leonardo

 

Correlatore


Iacobelli Simona

 

Anno accademico


2014 - 2015

 

Riassunto


La presente ricerca ha preso in esame il monitoraggio della lince in Moravia, regione del sud della Repubblica Ceca, nell’arco temporale di 2 mesi che vanno dal 15 gennaio 2014 al 15 marzo 2014 con il supporto tecnico-scientifico dell'Università di Mendel di Brno. Mediante sopralluoghi nell'area di studio e all’individuazione dei segni di presenza (resti di pasto, snow-tracking, ritrovamento di esemplari morti ecc.), sono state censite le aree di maggior interesse per questa specie.

Integrando vari metodi di ricerca, quali fototrappolaggio, telemetria satellitare, analisi genetiche e snow-tracking, oggi possiamo dire quale sia la densità dalla popolazione delle linci che vivono più o meno stabilmente nella porzione dei Carpazi della Repubblica Ceca. Il presente studio ha come obiettivo quello di verificare, attraverso l'analisi dei dati raccolti sul campo, la presenza e la consistenza della specie Lynx lynx nell'area protetta dei Monti Beskydy Moravo-Slesiani e di stimare una numerosità minima mediante la tecnica di monitoraggio non invasiva del fototrappolaggio.

Inoltre, per questa specie è possibile, tramite lo studio visivo del pattern del mantello, il riconoscimento degli individui che hanno frequentato l'area di studio. E' emerso che: Il metodo indiretto di monitoraggio attraverso il fototrappolaggio applicato durante 60 giorni nella stagione invernale è risultato indispensabile al fine di raccogliere importanti informazioni riguardo la specie Lynx linx.

Le fototrappole sono state posizionate in maniera opportunistica, vale a dire nei luoghi dov'erano stati rilevati segni della potenziale presenza di questa specie durante i sopralluoghi nelle aree oggetto di studio, quindi in prossimità di animali predati, di punti di marcatura, di rifugi diurni e dei sentieri più frequentati.

Sono state sistemate 9 fototrappole nell'area di studio Beskydy e 10 nell'area di studio Javornìky, attive 24 ore su 24, con un totale di 19 strumenti. Durante il periodo di studio è stato possibile raccogliere 43 foto e 5 video. Queste “catture” sono state usate per il riconoscimento individuale degli esemplari attraverso lo studio visivo del pattern del mantello, che ha permesso di individuare la presenza di 3 linci indipendenti nell'area di studio Beskydy e di 4 linci indipendenti nell'area di studio Javornìky, con un totale di 7 esemplari in un'area di 170 km2.

Per quanto riguarda il sesso degli esemplari, sono stati individuati 2 maschi adulti e 5 femmine, delle quali 2 con i cuccioli. E' stato inoltre possibile scoprire che gli esemplari fototrappolati in un'area di studio non sono stati ripresi nell'altra; vale a dire che, all'interno dell'area Beskydy è stato ripreso un solo maschio e 2 femmine e nell'area Javornìky è stato ripreso un solo maschio e 3 femmine, dimostrando che probabilmente le due aree comprendono i territori di due maschi indipendenti e che non ci sono sovrapposizioni tra le due zone. Inoltre è stato verificato più volte che 2 delle femmine, rinvenute ognuna in un area di studio, erano accompagnate da due cuccioli ciascuna, documentando e confermando il successo riproduttivo di questa specie nel territorio ceco.

Il metodo indiretto del fototrappolaggio ha documentato e confermato le abitudini crepuscolari/notturne della specie, con la maggior parte delle riprese in una fascia oraria che va dalle 18 alle 24. Questo metodo ha dimostrato di non arrecare nessun tipo di disturbo o fastidio agli animali; infatti, dall'analisi dei video, si è potuto vedere gli esemplari ripresi che svolgevano le loro normali attività (marcano il territorio, lo perlustrano, si scambiano effusioni) per un periodo di tempo non inferiore ad un minuto.

I Carpazi Moravo-Slesiani sono quindi l'ambiente adatto ad ospitare ed accrescere le popolazioni di lince eurasiatica in Repubblica Ceca, data la natura impervia di questi territori, il ridotto sviluppo antropico e la scarsa presenza dell'uomo (soprattutto nel periodo invernale), le estese foreste vergini (che sono molto rare in Europa) e l'abbondanza di prede dalle quali la lince può ricavare il proprio sostentamento.

 
ultimo aggiornamento: 27-Apr-2016
UniFI Scuola di Agraria Home Page

Inizio pagina